Come noto, i posti sui treni AV sono nominativi: sul biglietto c’è scritto cioè su quale vagone e con quale numero di poltrona.
Parimenti, il numero del vagone è riportato sulla fiancata di ogni vettura.
Infine, per facilitare la salita, sulla banchina del binario, dei cartelli rossi indicano con precisione punto esatto in cui ogni carrozza si fermerà.
Ebbene, ho appena visto prima due babbei orientali con bauli al seguito affrettarsi verso la testa del treno e salirvi, poi li ho contemplati percorrere a ritroso l’intero convoglio seminando il caos e trascinando i rimorchi nei corridoi, infine li ho visti scendere all’arrivo dall’ultima carrozza.
Meno male che non erano convinti di dover uscire dalla stessa porta da cui erano entrati.