In fondo capisco i telecronisti, che devono salvare la pagnotta, ma la verità è che il divertimento è venuto grazie a due fatti anomali: Verstappen che si pianta in partenza e Sainz che parte ultimo.
Se le cose fossero andate normalmente, non ci sarebbe stata alcuna spettacolare rimonta: Verstappen avrebbe vinto con 15 secondi di vantaggio, zero sorpassi non ovvi o scontati, solite manfrine di gomme, drs, box e strategie.
Valsecchi dice che è la più bella corsa che abbia mai visto.
Quante ne ha viste, sette?