Lo ammetto: sono superiori. Hanno una capacità che sfugge a ogni mio sforzo. Ero convinto che una coprofigura come quella rimediata ieri perdendo in casa col Cagliari e facendo, per grave negligenza, scoppiare il caso Icardi, fosse irrimediabile.
Invece no. Era tutto calcolato: dopo 24 ore il centravanti, come se nulla fosse, si scusa, paga una multa e resta capitano.
E giura che nelle future edizioni della sua biografia spariranno certe frasi.
Risultato: si è riusciti nel miracolo di trasformare in un pezzo da collezione l’inutile biografia di un ventitreenne che si fa portare al guinzaglio da una moglie-manager-soubrette.
Rob de pazz, avrebbe detto Giuanin Brera…