Effetto 1) esplosione del cicaleccio per sentito dire da parte di chi, nulla conoscendo dell’argomento, si affida a reazioni isteriche accusando gli elettori britannici di essere ignoranti, cioe’ come lui;
Effetto 2) alzata di scudi della stampa conformista che cerca di attenuare in occhielli e catenacci il catastrofismo di facciata ostentato nei titoli, ma non sostenibile negli articoli (in cio’ eccelle, non a caso, il Corriere);
Effetto 3) atterrimento degli eurocrati che, come tarantolati, sono in preda a un attivismo che mai si era visto nei precedenti soporosi quarant’anni;
Effetto 4) smarrimento dei vacanzieri compulsivi che si erano interessati alla questione solo per capire se andare in ferie in GB col Brexit sarebbe costato meno o no: siccome tutti dicono di si’, ma la sterlina crolla, non sanno che pensare.