battiti di ciglia

I giorni sono fatti di ore e le ore passano in fretta, come un battito di ciglia, rendendo presto quasi tutto obsoleto. A meno che qualcuno non riesca, secco e conciso, a raccontare i fatti quotidiani. Come avviene qui.

NON T’INVITO MA FACCIO FINTA

Sta cominciando, nel dorato mondo della stampa e delle pr, la pietosa sarabanda delle cene natalizie e della lotta per farsi invitare. Succede da sempre. Ma da quando, contemporaneamente, con i budget che scemano mentre i locali aumentano (primo mis...

CIAO CRITICONE PERDUTO DI VISTA

Abbiamo cominciato praticamente insieme al Giornale di Montanelli, sotto l'ala di Luigi Cucchi. Ci siamo incontrati spesso, all'epoca, nell'ufficio del capo e altrove. Due parole, qualche battuta. Poi lui a Milano, io a Firenze. Un po' per la distanz...

UN UGGIOSO POMERIGGIO SENESE

Dopo tempo immemorabile, di nuovo un uggioso pomeriggio senese, come quelli dell'infanzia. Quartiere di San Prospero, il mio. Un'aria umida e tiepida sotto un cielo grigio e piovigginoso, indolente e provinciale. Poca gente in strada, il fruscio de...

MINCHIA SIGNOR CINGHIALE

Caro signor cinghiale, capisco che anche per te sia stata un'estate asciutta e assolata e che, pertanto, stanotte fossi eccitatissimo per le annunciate piogge in arrivo. Capisco anche che, al party propiziatorio organizzato per la circostanza tra v...