a convivio

Chi l’ha detto che mangiare (e bere) non è una cosa seria? “Sei quello che mangi”, dice qualcuno. Io aggiungo: sei anche quello che bevi. Per non parlare di quelli con cui lo fai, di dove lo fai, di come lo fai…

Fulin, affidabilità cantonese

Non amo la cucina etnica, non sono un esperto nè un critico. La mia stavolta è una banale opinione da cliente comune. Ma a Firenze mi sono finalmente imbattuto in un ristorante cinese frequentabile. E siccome il capodanno cinese cade il 5 febbraio......

Dialogo attorno al creativo culinario

di BEPPE LO RUSSO Ovvero: cosa rende un cuoco un autore? Tra qualche punzecchiatura polemica, il nostro antigastronomo prova a rispondere come George Simmel: servono forme di produzione che integrino il valore della differenza individuale con quello...

L’Antigastronomo e il “moderno”

di GIUSEPPE LO RUSSO A scuola insegnavano che la tradizione è fatta da autori originali, rivoluzionari, "che chiudono un secolo e ne aprono un altro". Oggi, invece, i cuochi si compiacciono d’essere salutati come autori e maestri mentre sono solo mo...