Si scopre che i due minorenni marocchini coautori dello stupro multietnico riminese sarebbero nati e residenti in Italia. Anche un perfetto esempio di integrazione, quindi.